Criminalità predatoria: furto sventato a un distributore di benzina a San Lazzaro di Savena (Bo)

Criminalità predatoria: furto sventato a un distributore di benzina a San Lazzaro di Savena (Bo)


Si chiama criminalità predatoria, quella che vede gruppi di malviventi pronti a furti veloci, finalizzati ai valori contenuti nelle casse di attività aperte al pubblico e di facile accesso come farmacie, negozi, tabaccherie e distributori di benzina. Facili prede perché isolate, presidiate da poche persone, spesso anche una sola e con le casse piene quantomeno degli incassi della giornata. Secondo il rapporto OSSIF 2019 sulla criminalità intersettoriale, sono gli esercizi commerciali i più colpiti con oltre 4000 rapine (dato 2018), a cui seguono le farmacie con oltre 500 rapine, le tabaccherie con oltre 300, uffici postali, banche e distributori di benzina con oltre 200.

Ed è un distributore di benzina quello al centro del tentativo di rapina, sventato dalla tempestività delle guardie giurate La Patria in servizio nella zona di San Lazzaro di Savena, al centro dell’attacco dei malviventi.

Giunte al distributore di benzina attorno alle 2 di notte del 25 Giugno, le guardie giurate hanno trovato la cassa automatica forzata e aperta ma ancora integra del suo contenuto, con la cassetta del contante abbandonata, presumibilmente per il segnale d’allarme e la rapidità dell’intervento.

I servizi di vigilanza La Patria appoggiano sull’efficace interazione tra Centrale Operativa e pattuglie attive sul territorio, grazie a un sistema totalmente digitalizzato e informatizzato che accresce l’efficacia degli interventi spostando in modo tempestivo il personale dove serve a protezione dei beni e delle attività dei clienti.

La Patria
Ultime News

Potresti essere interessato a queste News


Hai dubbi o domande?

Richiedi la visita di un nostro consulente commerciale

CONTATTACI