Richiedi offerta

Quotidiani
Blog
|
|
Bologna Today: intervista ad Alberto Novelli sulla sicurezza nel bolognese

Bologna Today: intervista ad Alberto Novelli sulla sicurezza nel bolognese

Sicurezza: proprietari in ferie e ladri in azione

‘L’ultima frontiera per le effrazioni è il laser’

 

Sicurezza in estate. L’estate è un bel periodo per tutti. Ma anche per i “topi d’appartamento” che fra finestre lasciate aperte e assenze dei proprietari (spesso annunciate e documentate anche sui social non lasciando dubbi sull’alta probabilità di agire indisturbati) riescono a portare a segno bei colpi, che costano cari alle vittime. Ma qual è la situazione nel bolognese?

A vigilare su molte abitazioni e attività commerciali c’è la sicurezza privata. Per comprendere meglio cosa è bene o non è bene fare per la propria sicurezza, ma anche per capire come  difendersi dalle incursioni dei ladri, abbiamo intervistato Alberto Novelli, responsabile commerciale dell’istituto di vigilanza privata La Patria.

Qual è la situazione del bolognese rispetto ai furti in appartamento? Quali le zone e le tipologie di abitazione più colpite?

La situazione nel bolognese a livello di criminalità verso i privati è grave, ma i nostri interventi sono minimi. Questo significa che nelle case in cui c’è stata progettazione dei sistemi di sicurezza, i tentativi di effrazione sono molto esigui. Le case più colpite rimangono le villette a schiera, le case mono e bi-familiari, oltre agli appartamenti posti al primo piano e a piano terra. Il vero problema è che in Italia manca la filosofia della sicurezza. Quando si progetta o acquista una casa ci si basa sul fattore estetico, pratico o logistico, mai basandosi sulla sicurezza. Se nel campo industriale questo sta evolvendo, a livello abitativo è ancora fortemente radicato. Un esempio sono i balconi in muratura: una volta che un ladro è riuscito a raggiungerlo è completamente coperto e “protetto” dagli sguardi di eventuali passanti in strada o familiari.

Esistono delle precauzioni da prendere per evitare di rendersi obiettivi facili?

Le case possono avere tre livelli di sicurezza. Il primo relativo alla meccanica, ovvero tutte quelle protezioni strutturali quali inferriate, porte blindate, tapparelle in alluminio. Il secondo è elettronico, riguarda gli impianti antifurto sia per ambienti interni che esterni. Il terzo riguarda la vigilanza privata e l’aspetto assicurativo. Ci si rende obiettivi sensibili nel momento in cui non ci si tutela in nessun modo, questo in qualsiasi ambito. I pacchetti sicurezza oggi offrono diverse soluzioni a prezzi vantaggiosi.

Quali gli strumenti e le tipologie di irruzione e furto più frequenti? 

Lo strumento più utilizzato rimane il piede di porco e nell’ultimo periodo viene utilizzata molto anche la smerigliatrice, essendo nelle ultime versioni a batteria. L’ultima frontiera è rappresentata dal laser che vengono utilizzati, in quanto molto precisi, durante i furti più organizzati. I furti più frequenti rimangono quelli alle attività commerciali, spesso improvvisati.

Come agire qualora ci si accorgesse di avere degli ‘ospiti’ sgraditi in casa e come evitare pericoli per la propria incolumità?

Assecondare. La prima parola che associo a questa domanda è assecondare. Trovarsi faccia a faccia con il ladro è un’esperienza fortemente negativa. I ladri “professionisti” non fanno notare la propria presenza, utilizzano gas per addormentare gli inquilini e operando così liberamente. Il ladro che viene sorpreso è un inesperto, che non se lo aspetta e reagire può essere pericoloso. Quando possibile allertare le autorità competenti è comunque la prima azione da prendere in considerazione.

Che tipo di servizi offre la vigilanza privata e per chi è una soluzione ideale?

La vigilanza privata è la soluzione ideale per chiunque. L’offerta è differenziata e le soluzioni sono personalizzabili e adattabili a tutte le tipologie di abitazione. I servizi che offre un Istituto come il nostro sono completi, dalle tecnologie alla vigilanza, due ambiti che si completano vicendevolmente e che, come già detto, danno ottimi risultati. I sensori danno la possibilità di registrare e dare l’allarme in tempo reale, il pronto intervento, il piantonamento, le ispezioni notturne garantiscono la presenza di personale qualificato.

-Erika Bertossi-

 


 

La news sul sito Bologna Today 

ritaglio Intervista Alberto Novelli per Bologna Tday

Contattaci

Richiedi la visita o una chiamata di un nostro consulente commerciale

* Campi obbligatori

Potrebbero interessarti anche:

09/04/2021

La Patria acquisisce Vigilanza Sevi

La Patria, società in portafoglio di A&M Capital Europe (“AMCE”), primario operatore di private equity con sede a …
01/03/2021

La tempestività delle pattuglie La Patria ...

Le regole stringenti imposte dal coprifuoco non fermano le azioni criminali sul territorio modenese.Nella notte del 25 febbraio ad
19/02/2021

Furti in cantiere: un problema sempre ...

Da sempre i cantieri rappresentano un obiettivo sensibile per le bande di criminali attratti dalla quantità e varietà di materiale …
10/11/2020

Le guardie giurate La Patria sventano ...

In giornate difficili come queste, i malintenzionati non sembrano rallentare la loro costante attività criminale. Nella notte del 6 novembre,

Newsletter

Iscriviti e riceverai tutte le nostre news

Registrandoti acconsenti al trattamento dei dati come da privacy policy 

Richiedi un preventivo

La Patria S.p.a.

Bologna
40133 Via della Barca, 26
Tel. 051 619 6012
Fax. 051 619 3400
info@lapatria.it

Seguici su:

© La Patria S.p.a 2021, tutti i diritti riservati. PI: 07764040965 – Via della Barca, 26 – 40133 Bologna I Privacy Policy

Configura la tua offerta

Cosa vorresti proteggere?

*Campi obbligatori